Backup incrementale Che cos’è

Eseguire una copia di “riserva”, di “backup” dei propri dati immagazzinati nel computer o server NAS è spesso indispensabile. Che abbiate come sistema operativo Windows, Mac oppure Linux è importante capire come effettuare un backup e come funziona.

Che cos’è un backup incrementale

Un backup incrementale è un procedimento di salvataggio in cui le copie successive dei dati contengono solo la parte che è stata modificata dalla precedente copia. Quando è necessario un ripristino totale, il processo richiederà l’ultimo backup completo più tutti quelli incrementali fino al momento del ripristino. I backup incrementali sono spesso da preferire in quanto riducono l’utilizzo dello spazio di archiviazione e sono più rapidi da eseguire rispetto a quelli differenziali.  

I backup incrementali ti aiutano a mantenere i tuoi dati al sicuro senza rallentare il tuo computer. A differenza di un backup completo, che fa una copia esatta di tutti i file sul tuo computer, un backup incrementale risparmia tempo copiando solo i file che sono stati creati o modificati dall’ultimo backup.

I backup incrementali tengono traccia dei cambiamenti e salvano solo le parti modificate dei file, in modo che il vostro backup sia il più piccolo possibile. Si consiglia di eseguire il backup su base regolare, magari settimanalmente o mensilmente. In questo esempio, abbiamo eseguito due backup incrementali, ma non un backup completo. Sarete in grado di ripristinare i dati da uno qualsiasi di questi backup.

POTREBBE INTERESSARTI : come fare un backup sicuro

Per consolidare i dati da più dischi rigidi, è possibile impostare backup incrementali che utilizzano il software di backup per creare copie solo dei file che sono stati modificati dall’ultimo backup. Le ultime versioni di software per backup più popolari sono in grado di eseguire tali backup.

I backup incrementali sono particolarmente utili per coloro che hanno uno storage limitato. Questo perché solo i file che sono cambiati dall’ultimo backup devono essere sottoposti a backup, riducendo così la quantità di memoria richiesta e mantenendo tutti i backup aggiornati.

Nella terminologia informatica, un incremento è una singola unità in una sequenza di valori. Per esempio, se hai una lista di tre numeri, A-100-200, il valore incrementale di 200 è 100. I backup incrementali sono particolarmente utili quando si ripristinano i dati perché è possibile ripristinare solo i file che sono stati modificati dall’ultimo backup.

I backup sono progettati per proteggervi in caso di perdita di dati e guasti hardware. Diversi tipi di backup hanno scopi diversi e dovrebbero essere usati insieme per assicurare che il vostro sistema sia il più protetto possibile. Come regola generale, ogni volta che esegui il backup dei tuoi dati, dovresti usare un tipo di backup diverso – questo significa che ogni copia dei tuoi dati è sottoposta a backup usando un metodo diverso in modo che tu possa recuperare i singoli file da un backup indipendentemente dal metodo usato.

Per il backup dei tuoi file, puoi scegliere di usare l’opzione predefinita “Backup completo”. Quando è abilitata, questa funzione eseguirà un backup completo ogni volta, indipendentemente da quando è stato eseguito l’ultimo backup completo. Questo è essenziale per avere un backup recente e completo dei vostri dati. Una buona regola pratica è quella di assicurarsi che almeno una volta al mese venga effettuato un backup completo.

Che cos’è un backup differenziale

Un backup differenziale esegue il backup solo dei file modificati dall’ultimo backup completo. Ad esempio, supponi di eseguire un backup completo di domenica. Il lunedì si esegue il backup solo dei file modificati da domenica, il martedì si esegue il backup solo dei file modificati da domenica e così via fino al successivo backup completo.

I backup differenziali rappresentano una svolta rispetto al tradizionale scenario di backup incrementali. Come notato, un tipico processo incrementale prevede il confronto delle modifiche giornaliere ai dati con lo stato dei dati del giorno precedente per creare una serie di set di dati di backup che dovrebbero essere applicati tutti alla copia di backup completa originale per ottenere una copia di backup completa aggiornata.

POTREBBE INTERESSARTI : migliori programmi per fare un backup

Con i differenziali, le modifiche di ogni giorno vengono confrontate con il backup completo originale e tali modifiche vengono conservate, quindi l’effetto è più cumulativo rispetto ai backup incrementali. Significa anche che dovrebbe essere disponibile una copia di backup completa per il ripristino dei dati, dovendo applicare una serie di file di dati modificati alla copia completa.

 I backup differenziali sono più veloci dei backup completi perché viene eseguito il backup di una quantità molto inferiore di dati. Ma la quantità di dati di cui viene eseguito il backup aumenta con ogni backup differenziale fino al successivo backup completo. I backup differenziali sono più flessibili dei backup completi, ma sono comunque difficili da eseguire più di una volta al giorno, soprattutto all’avvicinarsi del successivo backup completo.

Il backup incrementale è simile al backup differenziale, con una differenza molto importante. I backup incrementali memorizzano tutti i file di backup creati dall’ultima data di backup completo. Questo permette ai punti di ripristino di essere catturati e spostati ovunque nella catena di backup in modo che un ripristino possa essere eseguito da qualsiasi punto di ripristino.

Qual è la differenza tra backup differenziali e incrementali

Sia i backup differenziali che incrementali sono backup “intelligenti” che consentono di risparmiare tempo e spazio su disco eseguendo solo il backup dei file modificati. Ma differiscono in modo significativo nel modo in cui lo fanno e nell’utilità del risultato.

Un backup incrementale copia tutti i file che sono stati creati o modificati dall’ultimo backup completo, indipendentemente dal fatto che siano stati fatti altri backup differenziali da allora. Un backup differenziale copia solo questi file nuovi o modificati. Questo significa che sarà necessario più di un backup incrementale, ma sarete in grado di eseguire un ripristino completo dei dati con l’ultimo backup completo e l’ultimo backup differenziale.

Un backup incrementale è fatto dei file che sono stati creati o modificati dall’ultimo backup. Questo significa che dopo un backup completo, conterrà solo i nuovi dati. Un backup differenziale è diverso e contiene tutti i file modificati. I dati andranno persi se non eseguite un backup completo prima di farne uno differenziale o incrementale, ma vi permette di ripristinare rapidamente e completamente.

Un backup completo creato da Windows , ovviamente, esegue il backup di tutti i file in una partizione o su un disco copiando tutti i settori del disco con i dati nel file immagine di backup. Copia tutti i settori nel file immagine, indipendentemente dal fatto che il settore contenga dati. Questa è la forma più semplice di backup, ma è anche la più dispendiosa in termini di tempo, spazio e flessibilità.

In genere i backup completi vengono eseguiti solo una volta alla settimana e fanno parte di un piano di backup generale. A volte viene eseguito un backup completo dopo una modifica importante dei dati sul disco, come un aggiornamento del sistema operativo o l’installazione del software. Gli intervalli relativamente lunghi tra i backup significano che se qualcosa va storto, molti dati andranno persi. Ecco perché è consigliabile eseguire il backup dei dati tra backup completi.

Add Comment